Il ghiaccio è servito. La trasformazione dell’acqua in ghiaccio è come un’ alchimia.

Il ghiaccio è servito

Cooking // 13.04.2022 // tempo di lettura 3 minuti

Il ghiaccio è un elemento imprescindibile per ogni barman, barista o bartender. A prima vista può sembrare tanto facile creare acqua solida, ma chi se ne intende sa che in realtà è un’arte. L’arte di saper trasformare un elemento, di cambiarne lo stato, la forma e persino il gusto. L’hai mai assaggiato?

Il sapore del freddo

Quando si tocca una superficie fredda con la punta della lingua, il primo sapore che si percepisce normalmente è l’acido. Se il freddo persiste, il gusto si fa più pungente e si sente il salato. Hai mai provato? E’ un’esperienza intensa, di sensibilità sopraffina. Un mondo da scoprire con mille sfumature.

Alchimia dell’acqua

L’acqua, raffreddata sotto lo 0°, diventa ghiaccio. Dallo stato liquido passa a quello solido e cambia aspetto, consistenza, colore ed in alcuni casi addirittura sapore. Assistiamo ad una vera e propria trasformazione, in un ciclo che potrebbe sembrare infinito. Elemento fondamentale per una perfetta mixology, il ghiaccio aiuta a bilanciare i sapori e può far risaltare i colori. Vedere un bartender che dosa e mescola sapientemente gli ingredienti è quasi come essere al cospetto di un alchimista che gioca e sperimenta con elementi solidi, liquidi e gassosi. Dai suoi movimenti nasce una piccola opera artistica, tutta da bere. Il cucchiaio da miscelazione a manico lungo da l’ultimo tocco, come fosse una bacchetta magica.

La forma del ghiaccio

In cucina si dice che la forma è la sostanza e che il bello è il buono. Nell’arte di creare ghiaccio vale lo stesso principio. La ricerca della forma più adatta corrisponde alla conoscenza della bevanda che lo riceve. In un whisky meravigliosamente invecchiato ci va un unico, grande cubetto. Si scioglie lentamente e non ne annacqua il sapore. Nel mojito della migliore tradizione cubana, non dev’essere mai tritato ma solo a dadini. Per bevande gassate e frullati, invece, scegliamo lo speciale Nugget & Cubelet di Scotsman, gli specialisti del ghiaccio. Questa particolare forma in scaglie compresse è stata studiata per durare a lungo e viene usata anche per mantenere fresco il cibo esposto.

Esigenza che hai, ghiaccio che trovi

Ciò che determina la supremazia di Scotsman nei suoi sistemi di produzione è, soprattutto, la grande capacità di creare il ghiaccio perfetto per ogni occasione. Se lo scopo è raffreddare rapidamente una bevanda rallentandone al contempo la diluizione, puoi scegliere un ghiaccio cristallino come il Gourmet. Con la sua qualità di fusione lenta, preserva l’aroma del cocktail e migliora la distribuzione dei sapori. Inoltre, l’assoluta limpidezza e trasparenza rendono questo cubetto un vero oggetto di lusso. Se invece vuoi raffreddare una bottiglia di Champagne o vuoi preparare una bevanda ghiacciata, puoi usare il Flake. Estremamente versatile, si addice anche alla conservazione del pesce o altri alimenti.

Sistema di sanificazione naturale

Sai che uno degli aspetti importanti ma poco citati è quello dell’igiene?

Scotsman propone un sistema di sanificazione progettato per rendere il più sicura possibile la tua macchina del ghiaccio. Si chiama XSafe e difende da virus, batteri, muffe e lieviti grazie alla luce UV ad alta potenza che riesce a trattare l’aria all’interno della macchina. In questo modo otterrai un prodotto più chiaro, puro e inodore. Inoltre il tuo produttore di ghiaccio resterà pulito più a lungo e così i costi di pulizia e manutenzione si riducono sensibilmente. I vantaggi dell’adattamento di XSafe sono davvero tanti. Chiedici come funziona, saremo felici di mostrartelo.

Coffee Show

Arrivati a questo punto ci piacerebbe organizzare una degustazione e forse l’evento più adatto potrebbe essere quello di giugno. Dal 23 al 25 di giugno Scotsman sarà partner e sponsor ufficiale del World Coffee Championship a Milano. Un evento imperdibile per tutti gli amanti del caffè e, ovviamente, per tutti gli appassionati barman e bartender che vogliono partecipare alle gare o scoprire i nuovi segreti del mondo del caffè. Tu cosa farai? Parteciperai?